Mezzo milione di persone in movimento con la Move week

55.000 partecipanti in Italia: numeri da record per la VI edizione della Move week che ha coinvolto 24 paesi europei Si è conclusa domenica 4 giugno la sesta edizione della Move week, una settimana di attività motorie e sportive con persone di tutte le età: mezzo milione di persone in movimento in tutta Europa e 55.000 in Italia. La campagna è promossa a livello Europeo dall'ISCA - International Sport and Culture Association, di cui Uisp è membro e parte attiva, con l’obiettivo di incrementare del 20% il numero di europei fisicamente attivi entro il 2020. In Italia le iniziative sono state coordinate dall’Uisp e gli eventi sono raddoppiati rispetto alla scorsa edizione: 246 proposte in 127città. 55.000 persone hanno preso parte alle attività motorie e sportive proposte che hanno spaziato dalle stracittadine ai gruppi di cammino, dai tornei di pallavolo ai campionati di nascondino. Le iniziative sono state organizzate da 96 Move agent di cui 27 sono Comitati Uisp, dieci Comuni e 9 ATS-Azienda Tutela Salute, 33 tra Associazioni e scuole e altre organizzazioni. Rispetto al 2016 la campagna in Italia è cresciuta, quasi raddoppiando in dimensione e diffusione sul territorio. A livello europeo sono stati 24 i paesi partecipanti, con 580 città e 1454 eventi. Anche quest’anno la Sicilia si attesta tra le Move Week più partecipate, con oltre 2.000 partecipanti tra Avola, Pozzallo e Vittoria. Grande successo di pubblico anche a Ferrara, con la Run with Us del 31 maggio, e a Cremona con la pedalata e camminata organizzata in collaborazione tra ATS Valpadana e Uisp Cremona. Innumerevoli gruppi di cammino si sono snodati in tutta la provincia di Reggio Emilia e di Gorizia, organizzati dai comitati Uisp di riferimento. Il 1 giugno l’Uisp Puglia ha organizzato la Move Week Supersportivi a Bari: presso il centro sportivo Capocasale 300 atleti con disagio mentale hanno preso parte a gare di sette sport diversi, dal calcio al tiro con l’arco. Attenzione alla disabilità anche con il baskin ad Avola e Cinisello Balsamo, la Run for parkinson di Cremona e le tante iniziative dal tennis alle bocce a Novate Milanese. Per l’iniziativa “Una scala al giorno” spicca l’adesione del Comune di Torino. Hanno boicottato l’ascensore anche i Comuni di Biella, Desenzano del Garda, i dipendenti dell’AIFOS a Brescia, e a Siracusa.